Cuffie HiFiMAN Ananda Magneto-planari

Puoi acquistare questo prodotto a rate tramite Sella Personal Credit. Clicca qui per maggiori informazioni.


1932

Nuovo

818,85 €

Disponibile per spedizione immediata.

Marchio: HiFiMAN

 
Descrizione

ANANDA - Prestazioni Planari ad Alta Efficienza

Ananda rappresenta il culmine di anni di sviluppo di altoparlanti planari ultraleggeri, ultra raffinati, che suonano con il cuore e con una impareggiabile agilità e sensibilità.  

Una alta efficienza permette di utilizzare praticamente qualsiasi dispositivo portatile o smartphone. Bassa distorsione e una qualità sonora straordinaria.

Il Diaframma Ultrasottile per una risposta alla velocità della luce, un dettaglio sconcertante, e una distorsione ultra bassa.  

Sistema brevettato Window Shade che riduce enormemente le riflessioni e produce un suono più pulito.

Trasduttori asimmetrici, sagomati per conformarsi alla forma naturale dell'orecchio.

Archetto a progetto ibrido. ANANDA possiede lo speciale headband a ripartizione di peso, capace di offrire un livello di comfort straordinario per lunghe sessioni di ascolto; un design fascinoso per via delle superfici nere lisce e lussuose, assieme ad una costruzione metallica dalla massima robustezza. 

I collegamenti. ANANDA incorpora i nuovi connettori cuffia 3.5mm. Essi offrono una grande capacità di durare nel tempo.  

Impareggiabili prestazioni audio in mobilità. ANANDA è il compagno perfetto per qualsiasi lettore portatile di ottima qualità, per una paradisiaca gioia musicale ovunque tu sia.

Caratteristiche tecniche:

  • Risposta in frequenza: 8Hz - 55kHz
  • Sensibilità: 103dB
  • Impedenza: 25 ohm
  • Peso: 399g

Introduzione alla HiFiMAN

Fondata dal Dr. Fang Bian nel 2007, HiFiMAN è ampiamente riconosciuto come uno dei principali produttori di cuffie ad alte prestazioni e altri prodotti audio correlati. HiFiMAN è particolarmente conosciuta e acclamata dalla critica specializzata per le sue cuffie ad emissione magneto-planare, una tecnologia applicata allo stato dell'arte. L'azienda progetta e produce anche alcuni tra i migliori altoparlanti in-ear della categoria, che hanno ottenuto premi e recensioni entusiastiche.

   

Scrivi una recensione

Cuffie HiFiMAN Ananda Magneto-planari

Scrivi una recensione

 
Commenti:(5)
23/04/2019

Cuffie ariose, dettagliate e musicali

Il mio setup:
Pc in sign con Foobar e uscita WASAPI event su SCHIIT Gungnir Multibit via USB gen5. Ampli Schiit Valhalla 2 con valvole stock in low Gain. Uso il cavo in dotazione da 1.5mt con adattatore jack.

Volume d’ascolto: da ore 10 a 11 a seconda della registrazione.

Le confronterò’ spesso con le HD650/660s in mio possesso.

CONFORT: Le trovo decisamente confortevoli dato che il padiglione è enorme rispetto alle Sennheiser è altresì non stringono affatto, anzi le prime volte pensavo di averle indossate male perché se non avete un testone enorme le cuffie vestono molto larghe e spesso mi sono trovato nella condizione di sistemarle piu’ volte perche si spostano facilmente.
Il peso inizia a sentirsi ma non siamo ancora a livelli affaticanti stile audeze. Inoltre proprio per il fatto che sono molto larghe l’isolamento del padiglione non è sempre perfetto,ma questo non crea problemi.

SUONO: Inizio col dire che rispetto alle pur ottime senny non c’è storia, arioso, pulito, dettagliato ma anche musicale e avvolgente.
Bassi veloci, dettagliati, che scendono a fondo, molto a fondo. In alcuni pezzi dove si sente il battito del cuore si nota chiaramente quando siano profondi. Non sono pero’ presenti in quantità, la cuffia è molto neutra in questo quindi i bassi sono ottimi ma non presenti in “quantità”, in questo credo che le senny ne abbiano un pelo di piu’ di “quantità”.
Come medi ci siamo, medio bassi meno presenti delle senny(entrambe) e medio alti piu’ presenti, ma sempre ben bilanciati. L’unica cosa che preferisco sulle senny è la resa del basso in alcuni pezzi. Le voci maschili rendono molto bene, le voci femminili sono piu’ sensibili alla qualità della registrazione. Con registrazioni di buona qualità non trovo problemi, le senny sono decisamente piu’ permissive e perdonano di piu’ sotto questo aspetto.
Gli alti invece sono un po’ ancora un punto di domanda, donano ariosità e dettaglio senza dubbio, sono precisi, molto piu’ presenti rispetto alle senny, ma anche piu’ faticosi.Effettivamente durante le prime ore di utilizzo lo spike sugli 8khz lo sentivi tutto, e ad alto volume la fatica alle orecchie la sentivi.Ora si stanno ammorbidendo e diventa sempre meno evidente, il problema è che sono cuffie che per il livello di dettaglio, soundstage ecc ti invogliano a osare col volume, ma se siete treble-fobici dopo un po le orecchie iniziano a fare male. dipende anche dalla registrazione eh, peggiore è peggiore sarà anche il fastidio.

SOUNDSTAGE: Come soundstage e separazione degli strumenti siamo a livelli eccelsi, pezzi presi dall’ultimo album degli eluveitie o dei within temptation ti permettono di sentire ogni minima traccia, cori, seconde voci, i vari strumenti, batteria chitarre tutto nella loro posizione e a una determinata distanza. Come detto prima questo ti invoglia a osare col volume per sentire anche i dettagli piu’ nascosti, tutto questo pur rimanendo decisamente musicale e non asettica. Altre tracce a 24/96 che ho degli Epica sono un piacere da ascoltare e la differenza con i classici 16/44 si riesce a percepire.

Chiaramente le terro’, le trovo davvero eccellenti anche se un po faticose per lunghe sessioni ad alto volume e per materiale di qualità mediocre. Inoltre l’altro neo è il fatto che siano cosi larghe, mi trovo spesso a sistemarle perche si spostano leggermente con i movimenti della testa.
Per il resto credo di aver trovato LA mia cuffia. Rimane l’enorme rimpianto di non aver potuto mettere le mani sulla Edition X V2, il predecessore di questa Ananda che forse sarebbe stata la cuffia perfetta per me, dato che leggendo in giro rimaneva un filo piu’ musicale e con gli alti meno “esuberanti”, ma in italia è introvabile e comunque era prezzata ben 300 euro piu’ delle ananda...

Un bell’8.5/10.

Se finendo il rodaggio cambierà ancora magari ammorbidendosi ancora di piu’ sugli alti aggiorno la recensione.
E scusate possibili errori di battitura xD



Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

  • Trovi questo commento utile?
  • (0) (0)
23/04/2019

Cuffie ariose, dettagliate e musicali

Il mio setup:
Pc in sign con Foobar e uscita WASAPI event su SCHIIT Gungnir Multibit via USB gen5. Ampli Schiit Valhalla 2 con valvole stock in low Gain. Uso il cavo in dotazione da 1.5mt con adattatore jack.

Volume d’ascolto: da ore 10 a 11 a seconda della registrazione.

Le confronterò’ spesso con le HD650/660s in mio possesso.

CONFORT: Le trovo decisamente confortevoli dato che il padiglione è enorme rispetto alle Sennheiser è altresì non stringono affatto, anzi le prime volte pensavo di averle indossate male perché se non avete un testone enorme le cuffie vestono molto larghe e spesso mi sono trovato nella condizione di sistemarle piu’ volte perche si spostano facilmente.
Il peso inizia a sentirsi ma non siamo ancora a livelli affaticanti stile audeze. Inoltre proprio per il fatto che sono molto larghe l’isolamento del padiglione non è sempre perfetto,ma questo non crea problemi.

SUONO: Inizio col dire che rispetto alle pur ottime senny non c’è storia, arioso, pulito, dettagliato ma anche musicale e avvolgente.
Bassi veloci, dettagliati, che scendono a fondo, molto a fondo. In alcuni pezzi dove si sente il battito del cuore si nota chiaramente quando siano profondi. Non sono pero’ presenti in quantità, la cuffia è molto neutra in questo quindi i bassi sono ottimi ma non presenti in “quantità”, in questo credo che le senny ne abbiano un pelo di piu’ di “quantità”.
Come medi ci siamo, medio bassi meno presenti delle senny(entrambe) e medio alti piu’ presenti, ma sempre ben bilanciati. L’unica cosa che preferisco sulle senny è la resa del basso in alcuni pezzi. Le voci maschili rendono molto bene, le voci femminili sono piu’ sensibili alla qualità della registrazione. Con registrazioni di buona qualità non trovo problemi, le senny sono decisamente piu’ permissive e perdonano di piu’ sotto questo aspetto.
Gli alti invece sono un po’ ancora un punto di domanda, donano ariosità e dettaglio senza dubbio, sono precisi, molto piu’ presenti rispetto alle senny, ma anche piu’ faticosi.Effettivamente durante le prime ore di utilizzo lo spike sugli 8khz lo sentivi tutto, e ad alto volume la fatica alle orecchie la sentivi.Ora si stanno ammorbidendo e diventa sempre meno evidente, il problema è che sono cuffie che per il livello di dettaglio, soundstage ecc ti invogliano a osare col volume, ma se siete treble-fobici dopo un po le orecchie iniziano a fare male. dipende anche dalla registrazione eh, peggiore è peggiore sarà anche il fastidio.

SOUNDSTAGE: Come soundstage e separazione degli strumenti siamo a livelli eccelsi, pezzi presi dall’ultimo album degli eluveitie o dei within temptation ti permettono di sentire ogni minima traccia, cori, seconde voci, i vari strumenti, batteria chitarre tutto nella loro posizione e a una determinata distanza. Come detto prima questo ti invoglia a osare col volume per sentire anche i dettagli piu’ nascosti, tutto questo pur rimanendo decisamente musicale e non asettica. Altre tracce a 24/96 che ho degli Epica sono un piacere da ascoltare e la differenza con i classici 16/44 si riesce a percepire.

Chiaramente le terro’, le trovo davvero eccellenti anche se un po faticose per lunghe sessioni ad alto volume e per materiale di qualità mediocre. Inoltre l’altro neo è il fatto che siano cosi larghe, mi trovo spesso a sistemarle perche si spostano leggermente con i movimenti della testa.
Per il resto credo di aver trovato LA mia cuffia. Rimane l’enorme rimpianto di non aver potuto mettere le mani sulla Edition X V2, il predecessore di questa Ananda che forse sarebbe stata la cuffia perfetta per me, dato che leggendo in giro rimaneva un filo piu’ musicale e con gli alti meno “esuberanti”, ma in italia è introvabile e comunque era prezzata ben 300 euro piu’ delle ananda...

Un bell’8.5/10.

Se finendo il rodaggio cambierà ancora magari ammorbidendosi ancora di piu’ sugli alti aggiorno la recensione.
E scusate possibili errori di battitura xD



Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

  • Trovi questo commento utile?
  • (0) (0)
17/04/2019

ideali per ascoltare MP3

peccato che con gli ultimi ipnene privi di Jack da 3,5 non si possano usare al meglio ma con un adattatore si puo' risolvere, Consigliatissime per l'ascolto di Mp3 ove si puo' effettivamente godere della vera alta fedeltà.

  • Trovi questo commento utile?
  • (0) (2)
22/03/2019

Ottimo servizio

Buongiorno, ho ricevuto ieri pomeriggio la nuova cuffia, orari di consegna precisissimi, ottima confezione protettiva del prodotto. Ieri sera ho iniziato ad usare l'Ananda, per cui ci vorrà il giusto periodo di rodaggio per apprezzarne a fondo le qualità ma, posso già dire, da subito, che pare un ottimo strumento, ben costruito, comodo per la conformazione della mia testa, "leggero" grazie all'ingegnerizzazione dell'archetto doppio. Ringrazio ancora il sig.Ventura e la Sig.ra Gallitto per avermi così ben assistito riguardo la sostituzione del precedente esemplare. Sarà mia cura comunicarvi una recensione più completa dopo il su richiamato rodaggio. Cordiali saluti e buon lavoro. Francesco Pronzo

  • Trovi questo commento utile?
  • (0) (0)
17/12/2018

Ananda, cuffia top al prezzo ormai di una media

La scimmia della Ananda è salita sulle mie spalle il giorno della mostra qui a Roma, complice la parata di cuffie messe a disposizione da Playstereo. C'erano un pò tutte le novità della Hifiman, ad iniziare dalla top Susvara, passando per HE-1000se, Arya e via via fino alla Ananda.
Devo dire che ovviamente riuscire a fare un ascolto corretto ad una mostra è piuttosto problematico, ma comunque confrontandola con le altre e nelle stesse condizioni mi ha incuriosito particolarmente, sia per la facilità di pilotaggio sia soprattutto per la correttezza timbrica e la spazialità.
Ormai orfano di una He-6, ho acquistato un pò alla cieca la suddetta, invogliato anche da un piccolo sconto post mostra.
Devo dire che ha confermato le prime impressioni, cioè rimane una cuffia molto lineare, senza preferenze in nessuna zona dello spettro, soprattutto con una bella gamma media e alta senza quella frizzantezza che alcune volte si sente nelle Hifiman.
Gamma bassa buona, estesa e articolata, manca di un pò di punch, ma mi sembra una caratteristica di parecchie Hifiman, sarebbe da provare con un ampli per diffusori, ma io non lo faccio.
Spazialità eccellente, mi ricorda la He-1000, anzi direi che le due si somigliano abbastanza in parecchie cose, ma non dico altro.
Comodità: la He-6 è un lontano ricordo. Quattrocento grammi non si sentono assolutamente, peso perfettamente distribuito, con una giusta pressione dei pads, morbidi quanto basta. Cavo finalmente decente, assolutamente non microfonico.
Costruzione buona, con materiali, mi sembra, ormai all'altezza. Direi che Fang è uscito dal periodo dei prototipi e cominci a produrre cuffie ben strutturate.

Già con un dap di qualità si può ottenere un'ottima resa.

  • Trovi questo commento utile?
  • (0) (0)

Scrivi una recensione!

 
Domande
  1. Luis De Luca
    2019-07-07 18:37
    Buona sera, cortesemente, vorrei sapere se il Chord Mojo è adatto per pilotare le cuffie Hifiman Ananda e se lo fa in modo egregio o se consigliate un altro o meglio altri DAC/AMPLI o anche solo amplificatori per far suonare ancora meglio le cuffie Ananda. La sorgente a cui voglio collegare le periferiche audio è un Samsung Galaxy Tab S3,
    • PlayStereo
      2019-07-07 18:56
      Buonasera, il Mojo contiene una amplificazione di ottima qualità e buona potenza, è tranquillamente adatto al pilotaggio delle Ananda e a livello portatile è certamente molto raccomandabile. Anche la sinergia timbrica è eccellente, con il suono aperto, dettagliato e trasparente del Mojo che si combina in modo equilibrato con il suono ricco e completo delle Ananda.

30 altri prodotti della stessa categoria:

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Provalo per 30 giorni

PlayStereo aumenta a 30 giorni i termini di legge del diritto di recesso, con in più la spedizione di ritorno a nostro carico. Infatti, tutti i prodotti dove è presente il "tab" Provalo per 30 giorni, in caso di ordine, possiedono la prova per 30 giorni inclusa: hai il diritto di provare il prodotto gratuitamente per 30 giorni, per valutarlo con calma a casa tua. Se deciderai di restituirlo ti rimborseremo il prezzo intero del prodotto e le spese di reinvio saranno a nostro carico.

Alla consegna del tuo ordine riceverai tutte le istruzioni per rendere eventualmente il prodotto, facilmente e senza spese. Ogni articolo restituito dovrà essere nelle condizioni originali e completo di tutti gli accessori e dell’imballo originale. L’opzione Provalo per 30 giorni è valida esclusivamente sugli ordini effettuati per via telematica.

Nota: l'opzione Provalo per 30 giorni è valida solo per gli acquisti effettuati direttamente sul sito www.PlayStereo.com; l'opzione è valida in Italia, Francia, Germania e Regno Unito e può essere soggetta a limitazioni in caso di abuso.

Menu